Challenge “Rouffia” Romans sur Isere

Siete venuti in uno dei più grandi tornei della zona qui ci sono squadre di caratura internzionale come Montpellier e Carcasonne” con queste parole di Daniele , un ragazzo italiano in Francia per vivere di rugby, ci accoglie al 31esimo Challenge Rouffia organzizzato dal Valance Romans Drome Rugby, squadra che milita in Federal 2 ma che a giudicare dall’impianto di allenamento e dall’organizzazione  farà presto parlare di se.

Dopo la sveglia in B&B e il trasferimento al Complesso Sportivo “Louise Porchier” i piccoli rugbysti hanno subito respirato aria di rugby, un rugby diverso già dalle categorie dei più piccoli che qua vengono indicare con un Moins prima della categoria di riferimento, con la competitività a mille già tra i più piccoli e un rugby giocato già come i “grandi”.

U8

Orfani di molti compagni di squadra che non sono riusciti a partire, i piccoli under 8 di Foco e Caponiti si presentano in Francia con solo 5 elementi.

Fortuna vuole che da regolamento del Challenge, la categoria Moins 8 , gioca solo con 5 elementi e i nostri Franci, Amir, Edo, Ricky e Ale hanno potutto disputare l’intero torneo tra di loro senza aiuti e purtroppo senza cambi.

Il girone della mattina è tosto per i piccoli under 8 che però si adeguano al livello francese lottando, esprimendo un gioco mai provato e visto, e portano a casa 2 vittorie su 5 match qualificandosi cosi di diritto nella poule che assegnerà le posizioni dalla 14esima alla 19esima.

Nel pomeriggio l’assenza dei cambi si fa sentire e nonostante l’impegno e l’abnegazione dei piccoli arrivano 3 sconfitte consecutive nella poule.

Quando ormai manca solo un match i piccoli “eroi” tirano fuori le ultime forze e la voglia di vittoria battendo l’ultima e aggiudicandosi il 14esimo posto finale su 25 squadre grazie anche alla migliore differenza mete.

Un plauso va a questi piccoli rugbysti che si sono comportati da “grandi” e hanno portato in Italia il miglior piazzamento.

U10

Bella prestazione per la squadra di Righini e Lusci che in Francia si trovano ad affrontare i match contro i moins 10 locali con regole ben diverse dall’Italia (mischie e touche presenti già da questa categoria). Non parte bene la spedizione francese per i piccoli che nella poule qualificazione portono a casa solo 2 pareggi e 3 sconfitte (con sole tre mete subite) figlie del mancato ambientamento alle regole transalpine.

Di tutt’altra storia il girone di “piazzamento” che vede i piccoli grigi aggiudicarsi il 18esimo posto su 23 squadre.

Menzione d’onore alle 2 piccole grandi guerriere Mimi e Bea che hanno lottato con grinta surclassando i loro avversari.

Un plauso al resto della squadra per il grande impegno che hanno avuto e una giusta menzione a tutti i protagonisti che sono stati: Tommi, Greg, Mailo, Filippo, Gabri, Matteo, Bea, Mimi, Ricky, Simo e Nicholas.

 

U12

Buon torneo anche per i 12 accompagnati da Rapetti (assente Zucconi) che porta a casa il 16imo posto su 23 della categoria Moins 12.

Una prestazione altalenante nei due gironi per i grigi che trovano difficoltà iniziali a causa del regolamento francese ma non per questo non riescono ad esprimere il proprio gioco uscendo dal campo sempre a testa alta .

La poule promozione porta solo 1 vittoria nel bottino alessandrino mentre nel girone finale i ragazzi di Rapetti vincono 3 match su 4 tra gli applausi generali da parte dei francesi.

I protagonisti della 12 sono stati: Theo, Ian, Lollo,  Elia, Nicola, Filippo, Giovanni, Mirko, Pietro, Ale, MArtino, Tommy, Riccardo, Bibi, Micky, Alessio , Franci, Davide

By | 2019-04-15T13:21:19+00:00 aprile 15th, 2019|News|0 Comments