I Leoni espugnano Milano

Vittoria a Milano contro l’Amatori Union Rugby: il Monferrato Rugby ritorna a casa con cinque punti da uno dei campi in cui sarà durissima per tutti. Il gioco della franchigia monferrina non è stato bello e lineare come domenica scorsa, ma questa è stata una partita vera. Finisce 24-18 per il Monferrato, 4 mete a 2. “Onore ad un Amatori che ha giocato ogni pallone alla mano, che ci ha sfidati in ogni punto del campo e che è costituito da giovani molto fisici. Queste le motivazioni per cui abbiamo sofferto molto” commenta il giocatore-allenatore Roberto Mandelli.

Parte subito in vantaggio l’Amatori al 4’, calcio 3-0. Ci pensa Zucconi, al 12’ con una delle sue solite mete da protagonista, intercetto sui ventidue metri di difesa, fa tutto il campo inseguito, e segna in mezzo ai pali, poi trasforma (3-7). Al 17’ rosso al pilone dei milanesi, che scalcia Kiptiu a terra. Ne approfitta subito il Monferrato e due minuti dopo meta di Cullhaj che conclude un ottimo avanzamento del pacchetto di mischia da touche. La meta però non viene trasformata (3-12). Al 23’ giallo a Heymans e calcio dell’Amatori per il 6-12. Ancora Amatori, al 30’ meta, 11-12. A fine primo tempo ci pensa il solito lottatore Cullhaj , che conclude un altro avanzamento del pacchetto di mischia, 11-17.

In avvio di ripresa giallo proprio a Cullhaj, ma al 49’ ancora Monferrato che attacca e con ottima sfilata dei tre quarti, conclude Minoletti sulla bandierina: le meta viene trasformata da Zucconi (11-24). Da questo momento è lotta pura, le due squadre si affrontano a viso aperto, iniziano i cambi da una parte e dall’altra. Al 66’ l’Amatori va in meta, poi trasformata per il 18-24 finale. Al 76’ il Monferrato ha ancora un calcio piazzato non trasformato da Zucconi. “Come detto, è stata una partita molto fisica, abbiamo sofferto il ritmo alto imposto da loro. Siamo però stati più bravi noi a sfruttare alcune situazioni con la nostra esperienza. Sicuramente questo sarà un campo non facile per nessuno. Fare cinque punti qui è veramente una gran bel risultato. Dobbiamo però proseguire con umiltà e concentrazione” conclude Mandelli.

Serie C2

Nulla da fare invece, per la Cadetta che a La Spezia lascia il passo ai padroni di casa. Finisce 21-12 per il Golfo dei Poeti in un match duro non solo dal punto fisico (spezzini impegnati l’anno scorso in un girone molto più fisico), ma anche la fortuna ha voltato le spalle alla franchigia monferrina, se è vero che al 10’ viene dato un rosso diretto a Licopoli per placcaggio pericoloso. Cinque minuti dopo il Monferrato Rugby perde anche Fiammazzo e si ritrova con una formazione rimaneggiata, ma che comunque tiene testa ai padroni di casa per tutto il primo tempo chiudendo sul 7-7 (meta di mischia). Il secondo tempo viene giocato in assoluta in parità tattica fino ad un intercetto spezzino nel miglior momento del Monferrato, che porta il match sul 14-5. Chiarlo si inventa una punizione veloce e capitalizza il 14-12 mentre a fine match gli spezzini riescono a chiudere una gara con una meta quasi allo scadere. “C’è il rammarico per una sconfitta che sa di beffa, ma abbiamo la consapevolezza di aver dato tutto per ottanta minuti, con un debuttante assoluto in campo (il richiedente asilo politico maliano Ousmane Guindo) e con una linea dei tre quarti formata da Under 23” fa notare il tecnico Marco Rossini.

 

Le altre formazioni

Il Monferrato Under 18, che disputa il campionato nazionale élite, ha affrontato in casa, ad Asti, il Calvisano. Nulla da fare per i Leoncelli, usciti sconfitti per 27-8.

Impegno in trasferta a Moncalieri, infine, per l’Under 16 che disputa il campionato regionale di categoria nel Girone 1: successo per la franchigia monferrina con il risultato di 27-7.

By | 2018-10-23T09:53:26+00:00 ottobre 23rd, 2018|News|0 Comments